Selected:

Vetrine dall'Archivio di Duilio Cambellotti

 30,00  25,50

Vetrine dall’Archivio di Duilio Cambellotti

Dopo il grande successo della mostra allestita nei Musei di Villa Torlonia, la Galleria Russo - con un allestimento evocativo - invita i suoi collezionisti ad immergersi nel mondo creativo di Duilio Cambellotti. L’esposizione nasce dal lavoro di riordino scientifico svolto dall’Archivio, anche alla luce della ricca e inedita documentazione fotografica in via di inventariazione. La mostra, che vede l’esposizione di duecento opere, si prefigge lo scopo di presentare materiali meno noti o del tutto inediti che mostrano il modus operandi dell’artista nelle varie fasi di definizione di un’idea grafica o plastica (dallo schizzo sommario all’opera finita) e la relazione sempre presente tra tecniche diverse. La suddivisione dell’esposizione per aree tematiche (arti applicate, scultura, illustrazioni, etc.) accompagnerà il visitatore in un percorso ricco di suggestione e consentirà di dare una maggiore visibilità ad un lavoro, quello quotidiano dell’Archivio, che di norma si svolge dietro le quinte. “L’Archivio? L’Archivio lo inventò Lucio, mio zio, il figlio minore di Duilio. Ma proprio non si poteva parlare di Archivio. Lucio è stato per cinquant’anni, dalla morte di Duilio fino a poco prima della sua morte, la gelosa vestale dell’opera di Duilio. Ma più che un Archivio, direi un deposito. Lucio ci ha messo tanto amore, tanta passione, ma l’Archivio l’aveva lui, in testa. Per gli
altri non era facile. Gli oggetti non avevano una catalogazione, più ammucchiati che depositati nello stupendo e fatiscente studio-abitazione di Duilio all’ultimo piano del fabbricato del Lungotevere Flaminio.

 30,00  25,50

Sconto del 15%

Spedizione gratuita in italia per ordini superiori a 29€

Spedizione in 2-3 giorni lavorativi

Anno 2019
Formato 22 x 22
Pagine 240
Copertina cartonato, brossura
Lingua Italiano/Inglese

Close Menu
×
×

Cart