Invitation to a Disaster

Se due artisti riescono intimamente e segretamente a farsi luce uno con l’altro sono proprio Matteo Montani e Antonio Trimani.
La luce dei monitor dell’uno sembra fatta della stessa densità immateriale della pittura dell’altro, le immagini in entrambi i casi scorrono dando l’impressione di esser ferme.
Il movimento è un miraggio, ma i miraggi sono comunque realtà.
Nel caso di Montani si legge ancora vibrante la storia, anzi le micro storie, dei passaggi di colore, delle colature, delle cadute di gocce liquide, dei movimenti del blu sulle invisibili e luccicanti asperità dei granelli della carta abrasiva, fantasmi di pittura che vogliono apparire per poter meglio scomparire. In quello di Trimani la fissità dell’immagine viene smentita da mutamenti e cambiamenti al limite della soglia del percepibile. I due insomma si scambiano senza volerlo l’essenza stessa del loro mezzo espressivo e tecnico.
Montani ha dalla sua la visionarietà di chi deve creare il mondo che appare, Trimani deve prima vedere il mondo che già è apparso. Uno aspetta che accada il miracolo, l’altro ce l’ha già di fronte e lo deve solo ricreare attraverso la visione elettronica. [...]
If there are two artists who can intimately and secretly shed light on each other, these are Matteo Montani and Antonio Trimani. Trimani’s screen light seems to have the same immaterial density of Montani’s painting, for in both cases the flux of images appears to be still. Movement is a mirage; nonetheless, mirages are real. In Montani’s case, we can still read the vibrant story, or rather the micro-stories, of how color has been applied, of how it pours down and drops, of how blue glides on the invisible and shimmering roughness of the grains of abrasive paper, phantasms of painting longing to appear to better disappear. In Trimani, the stillness of the image is counteracted by barely perceptible changes and transformations. In short, the two artists unintentionally exchange the very essence of their expressive and technical means. For his part, Montani possesses the visionary quality of those who have to create a world that appears, whereas Trimani first has to look at the world that has already appeared. The former waits for the miracle to happen, while the other already has it in front of him and only has to recreate it through the electronic vision. [...]

 22,00  20,90

Sconto del 5%

Spedizione gratuita in Italia

Spedizione in 2-3 giorni lavorativi

Anno
2020
Formato
16.5 x 22
Pagine
128
Copertina
cartonato, brossura
Lingua
Italiano/Inglese
ISBN 978-88-99519-97-1

Libri consigliati

 30,00  28,50

 16,00  15,20