Arte e identità della specie umana

L’arte è oggetto di una aggressione parassitaria da parte della moda, del design, dei social network, della speculazione finanziaria e del marketing che è parallela alla progressiva cancellazione della memoria e della natura alla quale stiamo assistendo passivamente. Eppure l’arte può salvaguardare la nostra sensibilità assalita dalla retorica tecnologica e dall’ossessione del profitto.
Nel segno di un pluralismo polifonico che superi e purifichi l’ego autoriale, in questo saggio si è ricorso ad una sorta di dialogo ideale e ad un montaggio di voci autorevoli, diverse e disseminate nel tempo, che hanno colto quasi profeticamente i segni dell’annichilimento di arte, natura e memoria che caratterizza la nostra epoca. L’obiettivo, tenendo conto che l’ibridazione fra gli esseri umani e la tecnologia è ormai inevitabile, è quello di ipotizzare come proprio l’arte possa salvaguardare l’identità della specie umana riallacciando legami profondi, primigeni e ramificati con la memoria e con la natura, svincolandosi il più possibile dall’abbraccio mortale dell’intrattenimento e della strategia puramente speculativa del sistema finanziario ma anche contrastando la colonizzazione del vivente da parte delle macchine.

 12,00  11,40

Sconto del 5%

Spedizione gratuita in Italia
per ordini a partire da 28,00 euro

Spedizione in 2-3 giorni lavorativi

Anno
2021
Formato
14,8 x 21
Pagine
60
Copertina
brossura
Lingua
Italiano
ISBN 979-12-80049-33-9

Libri consigliati