Luigi Impieri. Frantumi

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior” recitava un famoso verso di una canzone di Fabrizio De André. Le opere d’arte che crea Luigi Impieri nascono, come nella canzone di De André da quanto più impensabile si possa immaginare dal punto di vista estetico, ovvero dai rifiuti della società. Oggetti di varia tipologia destinati all’oblio, quali scarti di vetri, vecchi specchi, ceramiche, terrecotte, ferri ed altro ancora, che l’artista trova nelle
discariche, diventano utili per la realizzazione di mosaici contemporanei. In questo modo Impieri non solo offre loro un’altra possibilità di vita, ma trasformandoli in opere d’arte, li nobilita ed eternizza.
Come un cercatore d’oro d’altri tempi, l’artista scruta il terreno delle discariche in cui fa incursione, lo setaccia e scopre per ogni elemento che attiri la sua attenzione, la sua futura possibilità combinatoria.
Prendendo le mosse da un’arte millenaria come quella del mosaico, Impieri ha saputo rinnovarne il linguaggio sia dal punto di vista metodologico, attraverso la tecnica del trencadís (termine catalano che significa frantumato), sia da quello contenutistico, portando sulle tessere musive temi che parlano del sociale o della natura. In generale
le sue opere si distinguono chiaramente per la vivacità dei colori e per le ardite nonché originalissime giustapposizioni di materiali eterogenei.
Le opere, spesso realizzate attraverso progetti collettivi e inserite in contesti pubblici, hanno il merito di riqualificare molte zone urbane degradate delle città in cui sono state concepite. In questo modo Impieri dà vita ad un’opera globale che mira all’educazione civica sui temi della bellezza e del decoro e contemporaneamente al recupero e alla fruizione di luoghi non più frequentati, rendendo insieme ai cittadini coinvolti nella realizzazione delle opere, un servizio per tutta la collettività.

 20,00  19,00

5% off

Free shipping in Italy

Shipping in 2-3 working days

Year
2021
Format
16,8 x 24 cm
Pages
120
Cover
hardback
Language
Italian
ISBN 979-12-80049-38-4